Dopo 31 anni una sfida italiana per la “piccola coppa america”

Nel 2013 Challenge Italia, Team con base a Palermo, gareggerà in questa prestigiosa competizione

Challenge Italia conferma oggi la propria partecipazione al Campionato Mondiale della Classe C, noto pure come Piccola Coppa America, che si terrà nel 2013 in Inghilterra.

Challenge Italia gareggerà per i colori del Club Canottieri “Roggero di Lauria”, il prestigioso circolo palermitano che con i suoi atleti eccelle a livello internazionale.

 
Roberto Grippi, Team Manager di Challenge Italia, ha espresso l’entusiasmo di tutto il Team per l’intenso lavoro iniziato da Ottobre 2010.
 
L’olimpionico Francesco Bruni sarà il timoniere della sfida italiana. Palermitano, skipper di Azzurra nel 2010 e membro del team Luna Rossa nelle ultime due edizioni della Coppa America, è campione internazionale nella disciplina del match race, pluricampione mondiale nelle classi Laser, Melges24, Tp52 ed altre ancora; ha partecipato a tre Olimpiadi con tre classi diverse: Laser, 49 e Star.
 
Pierluigi De Felice sarà il prodiere di Francesco Bruni. Napoletano, vicecampione mondiale delle classi Melges 32, Ims e Match Race Universitario, ha anche conquistato il bronzo al Campionato del Mondo di Match Race e nella classe Farr 40 e 8 campionati Italiani in diverse classi; membro del team di Mascalzone Latino nelle ultime due edizione della Louis Vuitton Cup.
 
Benedetto Inzerillo e Attilio Albeggiani saranno i responsabili del team progettuale e costruttivo. Yacht designers da oltre 15 anni, hanno vinto con i loro progetti numerosi campionati italiani e regate nazionali.
 
Completano il team progettuale Francesco Belvisi, Luca Caruso e Giuseppe Musca; giovani promesse dello yacht design, collaborano con lo studio Inzerillo&Albeggiani.
 
 
LA CLASSC

Catamarano da 7,50 metri con due scafi distanziati fra loro 4,3 metri, con una superficie velica di circa 28 mq, 2 persone d’equipaggio: nessun altra regola.
 
Massima libertà di scelta nei materiali, strumenti, pesi, modalità costruttive e tecniche di produzione: perciò in questa categoria hanno regatato dei catamarani/aliscafi  su hydrofoil, per questo la categoria ha potuto sviluppare le vele ad ala rigida oggi usate nella Coppa America.
 
Ogni team progetta e costruisce la propria imbarcazione, senza limiti e restrizioni tecniche: insomma una fucina di idee che interessa le aziende che fanno ricerca applicata, laboratori universitari, yacht designer e velisti: insieme per la migliore barca.
 
Il Campionato mondiale dei catamarani di Classe C (ICCCC = International C Class Catamaran Championship, o I4C per brevità), anche chiamato “Little America’s Cup”, si svolge dal 1961. La prossima edizione si svolgerà in Inghilterra a Falmouth (Cornovaglia) nell’estate 2013.
 
Negli anni la coppa è stata appannaggio di team americani, inglesi, danesi, australiani e, nelle ultime due edizioni, canadesi.
Team italiani hanno partecipato alle edizioni 1970, 1974, 1978 e 1982.
L’ultima edizione, ospitata dal prestigioso New York Yacht Club, si è svolta a Newport in agosto 2010 ed ha decretato la vittoria di Canaan, la barca del canadese Fred Eaton.
 
La Classe C è una classe velica di catamarani ove ciascuna barca costruita è un “laboratorio sperimentale galleggiante”. Nata nel 1961, la classe si è subito affermata come fucina di idee tecniche sperimentali che sono state utilizzate nelle classi veliche maggiori, fino ad arrivare alla “vela alare” tanto nota per la vittoria di Oracle nella passata edizione della Coppa America, che è stata sviluppata nella Classe C già all’inizio degli anni ‘70.
 
Ogni Team è un vero centro di ricerca e sviluppo delle tecnologie più avanzate, con il contributo di aziende, enti di ricerca, dipartimenti universitari.
 
ILTEAM
 
TeamManager
Roberto Grippi
ChiefDesigner
Benedetto Inzerillo
ProductionManager
Attilio Albeggiani
 
 
 
DesignTeam
Benedetto Inzerillo
Attilio Albeggiani
Francesco Belvisi
Luca Caruso
Giuseppe Musca
 
Crew
Helmsman: Francesco Bruni
Bowman: Pierluigi De Felice
ArtManager
Vito Pavia
  
Francesco Bruni e Pierluigi De Felice, velisti di fama mondiale, da tempo coinvolti al massimo livello nei circuiti velici mondiali, prestano la propria opera con entusiasmo accanto all’intero team di progettisti, sviluppando fin dall’inizio del progetto il feeling operativo ed apportando le idee funzionali da potere sviluppare al tavolo progettuale.
 
Il Design Team è guidato da Attilio Albeggiani e Benedetto Inzerillo (Inzerillo&Albeggiani  Yacht Design) che sono affiancati  da un gruppo di motivatissimi giovani progettisti, vero motore delle maggiori innovazioni al tavolo progettuale.
 
Il Team Manager Roberto Grippi, nel passato appassionato velista, proviene dal settore industriale. Dirigente di diverse industrie, si occupa adesso di manutenzioni industriali e costruzioni in composito avanzate, con uno spiccato profilo alla ricerca ed allo sviluppo di criteri operativi innovativi.
 
 
IL CLUB LAURIA

Fra i più importanti Club Velici italiani, ha accettato con entusiasmo l’idea di portare in acqua la ricerca avanzata.
Il Presidente Andrea Vitale ha dichiarato:
 
“Partecipiamo con grande entusiasmo a questo Progetto di Challenge Italia che coniuga bene lo sport della vela con le tecnologie estreme. Essere partner di un programma così ambizioso, tra l’altro, darà ai nostri giovani atleti l’opportunità di crescere al fianco di un grande campione come Checco Bruni, provando esperienze esaltanti che contribuiranno, a loro volta, a fare crescere la valenza del Progetto stesso”.
 
Roberto Grippi, Team Manager di Challenge Italia, ha sottolineato l’importanza di potere contare su una base professionale ed attrezzata come quella del Club Lauria, e l’esperienza di un Club che tra le tante meritorie attività adesso (con la rinunzia di Mascalzone Latino) è l’unico Club italiano sfidante alla prossima Coppa America.
 
Il Club Lauria ha una prestigiosa scuola di vela che potrà avere l’opportunità di usare le imbarcazioni di Classe C per promuovere una nuova generazione di velisti d’eccellenza.
 
Il Club Lauria in collaborazione con Challenge Italia organizzerà nelle acque del Golfo di Mondello regolari eventi annuali per fare regatare le imbarcazioni di Classe C.
Primo appuntamento a fine primavera 2012.
 
LBARCHDI CHALLENGITALIA
 
La prossima scadenza del Team sarà alla fine dell’estate con il varo di Challenge Italia 1, primo prototipo che consentirà all’equipaggio comandato da Francesco Bruni di affinare le idee con i progettisti.
A fine primavera 2012 vi sarà il varo di Challenge Italia 2, figlia dell’esperienza del primo Challenge Italia.
La competizione fra le due barche durante il 2012 porterà alla decisione se varare Challenge Italia 3 nel 2013 oppure modificare uno degli scafi esistenti.
Ad agosto 2013 la battaglia d’Inghilterra, a Falmouth.
 
 
GLISPONSOR
 
Challenge Italia è sponsorizzata fin dal primo giorno da:

 Inzerillo&Albeggiani – progettazioni navali

 YCE srl – advanced composites
 ACOM srl – costruzione in compositi avanzati
 
Comunicato stampa del 19/05/2011
 

Potrebbero interessarti anche...